Mino ci racconta Intensi

, , , , , , , , ,

Ciao a tutti!
Oggi ho intervistato per voi  Mino Molfetta, alias Minotauro, che sarà da noi il 15 e 16 febbraio per la prima parte del corso per Facilitatori di Intensi.

Fabiana: Ciao caro Mino, è un vero piacere averti qui con me per questa intervista e ti ringrazio del tempo che ci dedicherai.

Mino: Grazie a te Fabiana. Eccomi qui per raccontare ciò che vorrai di questa magica disciplina che è Intensi

F. È una cosa che mi rende felice e di nuovo ti ringrazio. So  che il tuo percorso spirituale parte da molto lontano, dai tempi della scuola, se non sbaglio. Anni molto intensi per te, in cui hai fatto approfondite ricerche, viaggiato, studiato e sperimentato. Nel frattempo ti affermavi come imprenditore di successo e diventavi papà. Raccontami qualcosa di questo tuo percorso.

M. Diciamo che la mia curiosità sul funzionamento dell’esistenza del Cosmo risale già dalla prima infanzia, ma ovviamente siamo ben lontani dalla maturazione per gli interessi nei confronti dello Sciamanesimo e dell’Intensi. È stata comunque una fase preparatoria che mi ha condotto ad incontrare gli studi di Carlos Castaneda, che hanno suscitato in me grande interesse. Questo accadeva ne 1998, quando “per caso” scoprivo il suo libro “Fuoco dal profondo”. Questo libro è stato per me l’ingresso nello Sciamanesimo, di cui prima di allora non sapevo assolutamente nulla. Da lì ho acquistato e letto tutti gli scritti di questo antropologo e sciamano. Era l’anno, tra l’altro, in cui Castaneda lasciava il suo corpo fisico per trasferirsi in un’altra dimensione . Per cinque anni ho letto e studiato per conto mio. Ho viaggiato per l’America Latina, ripercorrendo la tradizione archeologica e culturale dei Maja e dei Toltechi e visitando siti archeologici sia importanti, che sconosciuti del Messico, del Guatemala e del Perù, avendo la possibilità di conoscere e lavorare con gli Indios discendenti dei Maja, che conservano le loro tradizioni vivendo nelle Riserve.
Portavo a casa il tesoretto di queste conoscenze ed esperienze, ma durante questo tempo non avevo trovato la figura carismatica del maestro. Ho conosciuto tante persone interessanti, ma non un maestro.

F. A questo punto scommetto che hai incontrato Agustin?

M.Si, nel 2003, sempre “per caso”, incontravo a Brindisi uno scrittore ed antropologo che aveva lavorato con Castaneda, Agustin Delgado Orea, con il quale avrei poi cominciato il mio apprendistato. Agustin, come già sai è un maestro sciamano messicano, grande conoscitore dello Sciamanesimo Tolteco, nonché allievo e studioso di Castaneda.

F. Parlami del tuo lavoro con Agustin

M. Con Agustin, tra gli innumerevoli altri studi ed esperienze, ho incontrato l’Intensi, che lui aveva appreso direttamente da Castaneda, in gruppi di lavoro privati, a Los Angeles, negli anni ‘90.
Per due anni ho frequentato tutti i giorni queste lezioni private di Intensi, nelle quali abbiamo perfezionato e ampliato il magazzino di conoscenze e tecniche di di questa disciplina.
Nel 2008 ho conseguito il Diploma che mi avrebbe dato la possibilità di insegnare e diplomare le persone che avessero voluto conoscere ed approfondire L’Intensi ed attualmente sono l’unica persona in Italia titolata per diplomare Facilitatori.

F. Bellissimo percorso Mino, emozionante e ricco. Raccontami qualcosa in più sugli Intensi.

M. Intensi è ciò che Castaneda definiva “I passi magici”, una disciplina fatta di respirazioni e movimenti a volte somiglianti alle Arti Marziali, altre volte allo Joga, altre al Tai Chi, al Qi Gong, altre volte somiglianti solo all’Intensi.
Sono esercizi personalizzati per il raggiungimento di obiettivi specifici, di diversa natura:

  • fisici, come rafforzamento del corpo fisico;
  •  energetici, perché la pratica dell’Intensi ridistribuisce  l’energia in maniera equilibrata nella bolla energetica.

Possono anche essere esercizi di guarigione, perché l’Intensi riparando le ferite energetiche della bolla luminosa, dalle quali si disperde l’energia, guarisce anche il corpo fisico.
È anche una disciplina vera e propria per controllare e indirizzare la propria mente.

F.Quali sono i benefici che Intensi porta nella vita di tutti i giorni di chi li pratica?

 M. Attraverso tecniche di risparmio ed accumulo di energia, si può migliorare la propria qualità di vita a 360 gradi, indirizzando questa verso il raggiungimento dei propri obiettivi, sia spirituali che pratici, di qualsiasi natura, lavorativi, sportivi, scolastici ecc.
Intensi fa entrare in stati alterati di realtà senza l’ausilio di piante di potere, stati all’interno dei quali si possono osservare diversi tipi di realtà ed effettuare guarigioni energetiche sia su sè stessi che su altre persone che praticano in quel momento. È addirittura possibile intervenire per purificare gli ambienti e gli oggetti da energie esterne e potenziare questi ultimi per renderli Oggetti di Potere.
L’Intensi è la parte pratica dello Sciamanesimo.
Come dicevo prima Intensi aiuta a migliorare la qualità di vita del praticante, aiuta a migliorare le relazioni sociali e familiari. Una persona con energia equilibrata irradia questo equilibrio e “contagia” persone ed ambienti intorno a sè.
Risparmiando energia aumenta quello che nello Sciamanesimo si chiama “Potere Personale”, che non è altro che la quantità di energia libera di cui disponiamo, oltre a quella che ci serve per sopravvivere. Questa può essere reindirizzata per il raggiungimento di obiettivi.

F. Sarai con noi il 15 e 16 febbraio per preparare Facilitatori di Intensi, giusto?

M. Si, è un percorso che prevede 6 incontri di una giornata ed un intensivo di due giorni, con la consegna del diploma.
Ogni modulo e a sé stante e completo , che da gli strumenti per poter praticare per proprio conto. Tutti insieme danno l’abilitazione di Facilitatore di Intensi, che è colui che può trasferire la pratica e dare lezioni a classi di nuovi apprendisti.
È un’opportunità che si ripete ogni tre o quattro anni e chi avrà la possibilità di iscriversi ora, potrà portare a termine il percorso nell’arco di un anno circa.

F. Direi che questa è un’ottima opportunità di crescita all’interno del lato pratico dello Sciamanesimo!
Ti ringrazio molto per questa testimonianza e ti aspetto presto qui da noi ad Aloha

M. Grazie a te Fabiana cara, a prestissimo per questa meravigliosa pratica che richiede ai partecipanti solo grande curiosità, voglia di apprendere e costanza nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *